Olio con sapiente arte spremuto

Dal puro frutto degli annosi olivi,

Che cantan -pace! -in lor linguaggio muto

Degli umbri colli pei solenti clivi,

Chiaro assai più liquido cristallo,

Fragrante quale oriental unguento,

Puro come la fè che nel metallo

Concavo t’arde sull’altar d’argento,

Le tue rare virtù non furo ignote

Alle mense d’Orazio e di Varrone

Che non sdegnàr cantarti in loro note…

 

Anche Gabriele D’Annunzio cantava odi all'olio d'oliva, come se non bastasse il pane!

Ma non credo poi che ce ne sia bisogno, alzi la mano chi non ha una bottiglia di olio di oliva in casa. É inutile l'oro liquido è alla base della nostra alimentazione. Così c'è chi della spremitura delle olive ne ha fatto arte, una ragione di vita.

Uliveti autoctoni e una storia lunga 700 anni, ingredienti semplici come la terra antica del Salento e il vento della Puglia diventano eccellenti se lavorati dalle mani di specialisti

Si chiama Forestaforte ed è un'azienda a conduzione familiare, di Gagliano del Capo in provincia di Lecce, innovatrice in fatto di produzione di olio. Un connubio perfetto perché l'innovazione si accompagna sempre con la saggezza e competenza, un vanto che la famiglia Melcarne si tramanda di generazione in generazione, di padre in figlio, tutti attorno ad un frantoio, sin dal 1500. Tutto è iniziato con le prime raccolte di olive fino alla nascita di un impianto di molinatura con frantoio a presse, che tecnicamente viene detto di “tipo discontinuo”.

Ora vi chiedete quale sia il segreto che la famiglia Melcarne custodisce per produrre un ottimo olio extravergine d'oliva a distanza di tanti secoli?

Ma che domande!! Chiaramente effettuare la raccolta notturna delle olive!

Non perché sia più romantico, ma perché la raccolta nelle ore notturne viene effettuata a temperature più basse rispetto a quelle diurne. Così da aumentare l'intensità delle note aromatiche e della qualità dell'olio.

Non eravate gli unici a non saperlo.

Questo genere di raccolta in Italia viene effettuata solamente da “Forestaforte”.

Ebbene sì. “Il legame della famiglia con la terra salentina e i suoi oliveti secolari si perde nel tempo” come racconta Giovanni Melcarne di Forestaforte.

Un legame così antico che i primi documenti ufficiali a testimonianza delle origini della proprietà di oliveti di questa antica famiglia di olivicoltori risalgono agli anni 1583, 1584 e 1587. Oliveti come le “Murge” ancora presente tra le proprietà della famiglia.

Tradizione che si unisce all'innovazione e all'instancabile ricerca di elevati standard qualitativi, hanno dato vita al marchio Forestaforte, a cura di Giovanni Malacarne.

Un marchio “ambasciatore dei sapori e dei profumi del Salento in Italia e nel mondo” racconta Malacarne, che ha saputo unire la tradizione familiare di produzione olearie alle sapienze frantoiane.

Una sapienza e professionalità che danno vita non solo al un olio extravergine di oliva di categoria superiore. Ma anche a tanti tipi di oli aromatizzati ideati ad hoc come l'olio al basilico, al limone, o al tartufo, ovviamente ci sono quello al peperoncino e quello rosmarino, all'aglio, ma anche all'arancia e alla menta.

Vi siete incuriositi?

Se stanotte non doveste riuscire a prendere sonno, non c'è bisogno di andare a raccogliere le olive nei campi, basta cliccare si Ufoody!  (clicca qui per acquistare gli oli di Forestaforte)